AGENDA
60 anni di Merda d’artista, 1961-2021

Nel maggio 1961 Piero Manzoni (1933-1963) realizzava novanta scatolette di Merda d’artistaKünstlerscheisse, Merde d’artiste, Artist’s shit. Per i sessant’anni dell’opera più nota ma forse meno conosciuta dell’artista, la Fondazione Piero Manzoni ha organizzato diverse iniziative, che andranno da maggio 2021 a maggio 2022, per celebrare e raccontare storia, leggenda e significati della terribile scatoletta. Dal primo maggio 2021 è on line questo nuovo sito merdadartista.org, che si arricchirà nel corso dei mesi di nuovi contenuti, creati ad hoc, tra cui la serie “30, 20, 10 minuti di Merda”, incontri sul web con i protagonisti dell’arte contemporanea per approfondire temi legati alla Merda d’artista. La Taplab wall covering con il progetto “8PER / Omaggio a Merda d’artista di Piero Manzoni” ha prodotto otto nuove carte da parati che verranno presentate dal 13 al 30 maggio alla Casa degli Artisti di Milano. È in arrivo un agile libro pubblicato dalla Carlo Cambi Editore, in quattro lingue, come l’etichetta della Merda d’artista, che ci accompagnerà attraverso i saggi di quattro autori (Luca Bochicchio, Flaminio Gualdoni, Rosalia Pasqualino di Marineo e Marco Senaldi) in un viaggio alla scoperta della famigerata scatoletta. La prestigiosa rivista di Hauser & Wirth, Ursula, sta preparando un numero dedicato alla Merda d’artista, con interviste, testi e altro, in omaggio a questa straordinaria opera. Il regista Andrea Bettinetti (già autore del film Piero Manzoni, artista nel 2013) sta preparando dei brevi documentari per approfondire temi specifici, tra cui ad esempio lo scandalo del 1971, quando la Merda d’artista venne esposta alla Galleria d’Arte Moderna di Roma e ne conseguì una interrogazione parlamentare. È in lavorazione anche uno spettacolo per il teatro, con tre brevi dialoghi, scritti e diretti da Filippo Soldi.

Una delle otto carte da parati dedicate alla Merda d'artista.

Copertina del nuovo libro sulla Merda d'artista.


AGENDA
8PER / Omaggio a Merda d’artista di Piero Manzoni, Casa degli Artisti - Milano / Taplab wall covering